La crescita personale e professionale passa attraverso il confronto e l’unione di intenti e di cuori.

Lo si è percepito chiaramente nel convegno Donne che impresa!  La rete e le donne dell’agroalimentare , organizzato il 14 novembre 2018 da Rete al Femminile Pordenone e patrocinato da Comune di Pordenone, Carta di Pordenone, Collegio dei Periti Agrari e Periti Agrari Laureati di Udine, Comitato Imprenditoria Femminile di Pordenone.

Con l’articolo L’imprenditoria femminile fa cambiare l’agricoltura, vi avevo già parlato di questo progetto che ha unito professioniste e imprenditrici per raccontare, attraverso la realizzazione di alcuni video, visione aziendale, impegno ed anima di donne che contribuiscono a dare un nuovo volto al settore agroalimentare.

I dati statistici ci dicono che le imprese al femminile guardano avanti, cercano il cambiamento, l’innovazione, introducono nuove produzioni e sviluppano in agricoltura attività connesse come la trasformazione della materia prima, la vendita diretta, trasformano l’azienda in fattoria didattica e sociale, in agriturismo e si aprono a tante altre iniziative per la crescita del turismo esperienziale in ambito rurale.

Determinazione, capacità di collaborare, di fare rete e di affrontare i problemi mettendosi in discussione, sono in termini generali punti di forza delle donne che in un momento storico difficile come quello attuale possono fare la differenza e generare un nuovo modo di fare impresa.

Le imprenditrici coinvolte nel progetto hanno inoltre messo in evidenza il forte legame con il territorio, la presenza ed il supporto di famigliari, la connessione fra valori personali ed aziendali che caratterizzano le loro imprese.

Da questa esperienza ne hanno tratto un grande beneficio anche le professioniste di Rete al Femminile Pordenone che, attraverso il confronto fra donne di storie personali e lavorative, hanno potuto guardare, sentire e rappresentare con forza le imprese e l’impronta data dalle imprenditrici alla loro azienda e, di conseguenza, sviluppare una comunicazione efficace e fortemente identitaria.

Ma per farvi toccare con mano il lavoro fatto, ecco qui il video di sintesi proiettato nel convegno.

Donne che impresa! La rete e le donne dell'agroalimentare

Lo abbiamo presentato mercoledì in anteprima durante il nostro evento Donne che impresa! La rete e le donne dell'agroalimentare ed ora eccolo qui, il primo video di un progetto realizzato da alcune professioniste di Rete al Femminile Pordenone per indagare la situazione delle imprese del settore agroalimentare gestite da donne. Cosa vuol dire oggi essere donna e fare rete ed impresa in Friuli Venezia Giulia? Abbiamo cercato di dare una prima risposta a questa domanda attraverso le storie di tre imprenditrici agricole che hanno dato una chiara impronta personale alla loro azienda.Sei curioso/a di ascoltare le interviste complete? Trovi i video sul nostro canale YouTube ➡️ http://bit.ly/2FrRurtAl progetto hanno collaborato:Roberta Basso | CopywriterMichela Carli | Consulente narrativaFrancesca Casali | GiornalistaAnnalisa Celant | Caseificio Dalle CelantErika Ius | VideomakerBarbara Lenarduzzi | Agriturismo TinaGiuliana Masutti | Perita agrariaMonica Vettor | Cantina Quinta della Luna

Pubblicato da Rete al Femminile Pordenone su Venerdì 16 novembre 2018

 

Personalmente ogni volta che lo guardo mi emoziono. E voi cosa ne pensate?

I video completi  relativi alle singole aziende si possono visionare sul Canale You Tube di Rete al Femminile Pordenone.

 

22 novembre 2018